Interruzione di CloudFlare®: soluzioni e alternative

Troppo grande per fallire non si applica nel mondo dei server. Indipendentemente dal provider, è necessario disporre di ridondanza per ottenere il 100% di uptime. Si tratta di evitare il singolo punto di errore.

CloudFlare® non funziona ?! È impossibile!

L'interruzione è stata una realtà per molti durante mezz'ora. Se gestisci un sito di e-commerce con un ordine ogni 20 secondi: deve essere stato doloroso.

Perché così tante persone usano CloudFlare® in primo luogo?

La risposta è semplice: è gratuita e veloce!

Come potresti limitare tale interruzione in futuro?

Sfortunatamente CloudFlare® non consente l'utilizzo di NS secondari (il che ha senso se si desidera limitare gli attacchi DDoS, perché si desidera proteggere il server principale il più possibile). Tuttavia, se non si fosse utilizzata l'impostazione TTL "Auto" in CloudFlare®, si sarebbe potuto limitare notevolmente l'interruzione. In realtà non c'è nulla di automatico: è in realtà un TTL di 300 secondi (5 min). Se si fosse impostato un TTL al di sopra della durata dell'interruzione, si sarebbe potuto limitare notevolmente l'impatto sui propri utenti.

La regola d'oro: imposta sempre il TTL più alto su tutti i tuoi record.

Cioè: quando non si utilizza il proxy / CDN / cache CloudFlare®

Vuoi abbandonare CloudFlare®?

Tutto dipende dalle tue esigenze: se gestisci un sito web personale, CloudFlare® è sicuramente il migliore. Se gestisci un negozio online occupato e vuoi mantenere CloudFlare®: allora dovresti almeno applicare la regola d'oro sopra. Tuttavia puoi ancora considerare le alternative seguenti.

Quali sono le alternative a CloudFlare®?

Esistono davvero due gruppi principali:

  • Alternative gratuite
  • Alternative a pagamento

Le alternative gratuite a CloudFlare®

Non iscriverti a prove gratuite o piani gratuiti che limitano la quantità di query al mese: ciò comporterà un disastro! Una volta raggiunto il limite, le richieste DNS verranno semplicemente lasciate senza risposta, rendendoti offline. È anche molto facile attaccare tali siti Web e abbatterli.

La maggior parte dei registrar dei domini include un servizio DNS gratuito: puoi facilmente usarlo e distribuirlo dove hai registrato il tuo nome di dominio. Tieni presente che quando trasferisci i tuoi nomi di dominio: perderai tutti i tuoi record DNS … Se rinnovi sempre nello stesso registrar, allora nessun problema.

Se si eseguono 2 o più server: è possibile distribuire un cluster e servire il proprio DNS da quei diversi server.

Infine, l'ultima alternativa è tornare al DNS self-hosted.

Le alternative a pagamento a CloudFlare®

L'alternativa più pagata non è altro che la Route 53 di Amazon AWS®. Tutte le altre offerte sono troppo care, oscure (prezzi sconosciuti) o non abbastanza ridondanti a causa di un basso numero di PoP (punti di presenza). L'implementazione è così ridondante che gli ingegneri di AWS® utilizzano estensioni di dominio diverse come server NS:

Guarda quei meravigliosi NS!

Ci siamo passati dall'interruzione.

Comments

So empty here ... leave a comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sidebar